Letture di sabato 28 febbraio 2015

 

rosabella

I CAPRICCI DI ROSABELLA di Fulvia degl' Innocenti e Francesca Carabelli Ed. Il gioco di leggere

La principessa Rosabella non sopporta i complimenti. Non sopporta di essere la cocca di corte. Soprattutto: non vuole sposare un re! Si arrabbia tantissimo!! Ma alla fine riuscirà a trovare la sua strada: diventerà la "regina dei fiori". Età di lettura: da 5 anni.

 

 nonvoglioandarealetto

NON VOGLIO ANDARE A LETTO di Tony Ross Ed. Mondadori

La Principessina non vuole andare a letto. Ma il Re e la Regina sono irremovibili e finalmente la convincono. Quando il Re va a darle il bacio della buonanotte, scopre che il suo letto è vuoto! Dove sarà andata? Età di lettura: da 5 anni.


 CIAOCIAOCIUCCIO

CIAO CIAO CIUCCIO: UNA STORIA di Brigitte Weninger e Yusuke Yonezu Ed. Nord - Sud

Anche se è cresciuta, Nora non si separa mai dal suo ciuccio. Un giorno però le scivola di tasca: lo trova l'elefante Ella, che crede sia un anello per proboscide. Ma anche Ella perde l'anello ed è l'agnellina Dorothy a raccoglierlo e a farne una bella molletta per i capelli. Ma anche lei lo perde... Tutti gli animali che lo ritrovano lo usano in modo diverso, e quando infine torna a Nora... Età di lettura: da 3 anni.


Cornabicorna

CORNABICORNA di Pierre Bertrand e Magali Bonniol Ed. Babalibri

Il piccolo Pietro non ne vuole sapere di mangiare la minestra. Fa i capricci con la mamma, la nonna, il nonno e persino con il papà. «Noo, non la voglio!» strilla invariabilmente. Nemmeno agitare la minaccia della strega Cornabicorna, che arriva sempre a spaventare i bambini capricciosi, funziona con Pietro, il quale si ritrova a letto con la pancia vuota. «Io non credo alle streghe», dice. Eppure, quella notte, la strega Cornabicorna salta fuori dall’armadio con un orribile cigolio. Ma quello che succederà, lascerà tutti quanti di stucco. Soprattutto la strega.


 TOCTOC

TOC TOC: STORIE DI BAMBINI, MAGIE E CAPRICCI! di Davide Dileo Ed. Giunti Kids

C'è Margherita che fa sempre un sacco di storie quando deve mangiare... ''Questo puzza!'', ''Questo non mi piace!'' e ''Questo fa schifo, uffff!''. C'è Miriam che preferirebbe restare a casa a giocare piuttosto che andare a scuola... Che postaccio, quello! C'è Elena che diventa triste triste quando le viene la febbre... Non si può giocare, non si può far niente: uffa, che noia! C'è Massimiliano che, il bagnetto, proprio non lo sopporta! Brrr, perché mai dovrebbe entrare in quella vasca piena d'acqua?! I bambini, si sa, fanno i capricci. Chi più, chi meno, chi per paura, chi per attirare l'attenzione... è il loro modo di rispondere ai problemi che, anche se piccoli, quando sei piccolo anche tu, sembrano grandissimi! E allora ecco quattro racconti dedicati a quattro bambini diversi, quattro capricci diversi e... quattro stanze diverse! Sì, proprio così! Perché in ogni storia il giovane protagonista vive la sua avventura all'interno di una delle stanze della casa; e in ogni stanza succederà che, come nel più bello degli incantesimi, gli oggetti della casa prenderanno vita per aiutare il bambino a superare il suo momento di difficoltà.


 non voglio

NON VOGLIO PIU' ESSERE TUA AMICA di Isabel Abedi, Silvio Neunendorf Ed. Monaco

Agata e Martina sono amiche per la pelle ma oggi hanno litigato. Leggete cosa dice Agata a riguardo, poi girate il libro e... SORPRESA! Anche Martina racconta il motivo del litigio, dal suo punto di vista!


 AMELIA

AMELIA VUOLE UN CANE di Tim Bowley e Andrè Neves Ed. Kalandraka

Le trovate di Amelia sono all’altezza della sua furbizia perchè davanti al rifiuto degli adulti, qual’é la migliore strategia se non chiedere quello che risulta impossibile? Una storia di strane mascotte a prova di bambini.


 capricci

CAPRICCI CHE PASSIONE di Giusi Quarenghi e Chiara Carrer Ed. Giunti Kids

Capriccio di mattina, la pioggia si avvicina. Capriccio a mezzogiorno, meglio togliersi di torno. Capriccio micidiale, giornata assai speciale. Capriccio di sera, buona notte poi si spera... Dedicato a tutti i capricci, pardon, a tutti i bambini che non hanno mai voglia di svegliarsi o di addormentarsi, di mangiare o di festeggiare e sembrano essere arrabbiati con tutto e con tutti... ma un giorno sentiranno le parole dolci del sole che danno il buongiorno o quelle della luna che danno la buonanotte e per loro tutto cambierà!


  • Nessun commento trovato

Piaciuti

  • Nessun commento trovato

Lascia il tuo commento

0
termini e condizioni.